Sei in: Home page > Collezionismo > Lo strillo 100 pagine

Collezionismo

Paul Doublier [26/11/2019]

Lo strillo 100 pagine

Articolo titolato "Lo strillo 100 pagine" cui potremmo affibiare, per completezza, un sottotilo "Albi senza strillo in 4^ ma con lo strillo in 3^ o viceversa con strillo in 4^ ma senza strillo in 3^".

Anzitutto ci riferiamo ad albi in aut. 478. In appendice si riportano alcune considerazioni sguli albi con aut.5926. 

Fascia 1-10: Ci sono evidenze di albi che possono presentare lo strillo in 4^ e non in 3^ (fonte Roberto Maragliano con i numeri 5 e 9) ma non viceversa.

Francesco Bosco ha potuto così argomentare:

La 3^ di copertina senza strillo “100 pagine” è tale poiché questo viene abortito in fase di stampa ma dallo stesso cliché delle copie con strillo (notare lo sbilanciamento della scritta “a sole 50 lire” che è tutta spostata a destra - qui non c’è bisogno di scienziati-). 

Il processo doveva includere la cancellazione dello strillo sia in 4^ che in 3^ di copertina, ma è capitato che la cancellazione in quarta talvolta non avvenisse o avvenisse solo parzialmente (io ho un 5 senza strillo in 3^ che mantiene lo strillo in 4^ anche se si vede a fatica, ma si vede). 

Finora non mi è mai capitato di vedere copie che mantengono lo strillo in 3^ ma mancante in 4^, cosa che invece si è riscontrata negli albi con strillo in 4^ che a volte (direi raramente) non lo riportano in 3^. 

Qualcuno, rimasto spiazzato dalla scoperta di tali copie nella propria collezione, mi ha già chiesto lumi sulla questione e, soprattutto, se questa tipologia di albo è da considerarsi buona per una serie censurata con strillo in 4^; se non erro proprio Roberto Maragliano aveva un paio di queste copie anomale censurate (un 5 e un 8 presi da un banco a Reggio Fiera). Non ho mai saputo dare risposte convincenti, non trovo però scandaloso avere, nella propria serie censurata, dei “100 pagine” senza lo strillo in 3^: Sono solo anomalie che hanno comunque diritto di cittadinanza. Certo che se si scoprisse che tutta la fascia 1/6 avesse questa caratteristiche, allora le carte in tavola cambierebbero. Una cosa è certa: Un 1 NC Leggete/RNFW senza strillo in 4^ l’ho personalmente visto anche con lo strillo in 3^. 

E ancora da Francesco:

Gli 1-10 che non hanno strillo in terza, o meglio che hanno lo strillo in terza cancellato, e che presentano l’intenzione di avere lo strillo cassato anche nella quarta, ma con riuscita solo parziale (cioè quando la patina del giallo non è coprente), esistono. La vera difficoltà è trovare albi che abbiamo in 3^ lo strillo ancora parzialmente visibile. La lavorazione delle matrici delle copertine originarie è vitale... e secondo me tutto ciò dimostra anche che la tipografia era una sola!

E’ quindi possibile fare queste 4 combinazioni (fascia 1-10):

un albo con strillo in 4^ può non avere lo strillo in 3^

un albo senza strillo in 4^ manca sempre dello strillo in 3^

un albo con strillo in 3^ ha sempre lo strillo in 4^ 

un albo senza strillo in 3^ può avere lo strillo in 4^

Fascia 1-16:Lo strillo compare solo in 3^ e quindi il problema non si pone.

Fascia 17-22: Si sono viste copie di albi che presentano questa anomalia tipografica: lo strillo in 3^ e la mancanza di strillo in 4^. Ma non viceversa.

Essendo che di solito risalta la 4^ e non la 3^ di copertina, si è propensi a ritenere gli albi senza strillo in 4^  a tutti gli effetti terze edizioni per i numeri 17 e 18, dove la prima edizione ha strillo in 3^ e 4^ e testatine e la seconda presenta strillo in 3^ e 4^ ma senza testatine. Gli albi della fascia 19-22 senza strillo in 4^ sono seconde edizioni, dato che le prime edizioni presentano lo strillo in 4^. 

Ma, come già detto,  si sono potute vedere copie di albi (vedi 18 e 20) dove senza strillo in 4^ ma con strillo in 3^. Mentre invece non si sono fino ad ora viste copie senza strillo in 3^ ma con strillo in 4^. Queste anomalie tipografiche pongono questi albi come prime tirature dove si sono usati clichè per la 3^ in cui compare ancora lo strillo oppure stampati in una tipografia dove l’ordine di togliere lo strillo in 3^ è arrivato tardivo.

E’ quindi possibile fare queste 4 combinazioni (fascia 17-22):

un albo con strillo in 4^ ha sempre lo strillo in 3^

un albo senza strillo in 4^ può avere lo strillo in 3^

un albo con strillo in 3^ può non avere strillo in 4^ 

un albo senza strillo in 3^ manca sempre dello strillo in 4^

Nota di Francesco Bosco: Dal 17 al 22, esistono anche albi con strillo in 3^ e 4^ senza TD più alti della prima edizione stessa (che comunque presenta a volte anch’essa un’altezza di albi vicina ai 22 cm). Questa cosa è assai curiosa; è probabile che sia stata fatta sparire in tipografia la data dalle testatine con i soliti processi.

Concludendo:Albi 1-10: possono avere strillo in 4^ ma non in 3^. Non sembra vero il viceversa. Albi 17-22: possono avere lo strillo in 3^ ma non in 4^. Non sembra vero il viceversa.

Tutto ciò fino a che non vi sia evidenza del contrario.

Appendice: albi con aut. 5926

E’ ben noto che esistano copie dei numeri 23, 24 e, più raramente del 27 e rarissimamente del 25 che presentano lo strillo in 4^ essendo privi dello strillo per il lancio pubblicitario di albi in 3^. Non è mai stato recepito un albo 26 in queste condizioni ma per continuità è ragionevole che ci sia. Per tutti questi albi si è concluso che tali situazioni corrispondano ad anomalie tipografiche con l’uso di cliché in 4^ ancora con lo strillo. Altri le definiscono primissime tirature, anche se non si capisce bene come mai la Bonelli, alla quale proprio in quel momento sta esplodendo fragorosamente il successo di Tex tra le mani, avrebbe “tirato” i nn 25, 26 e 27 con strillo in maniera del tutto impalpabile, neanche fossero diamanti preziosi. Resta il fatto che queste anomalie rappresentano una originalità e una rarità molto ricercate.

In foto: Un parziale di quarta di copertina in cui si intravvede chiaramente (di fronte all’incavo dello stivale) il punto esclamativo della parola "pagine!". Meno evidente, ma presente, anche l’ultimo zero della parola "100"