Sei in: Home page > Autori > D’antonio: Cover inedita

Autori

Francesco Bosco [23/11/2019]

D’antonio: Cover inedita

Si sa, Sergio Bonelli era esigente. E non lo era per vezzo, ma per funzionalità. Sapeva sempre guidare i suoi collaboratori verso il miglior risultato. Si trattava di un uomo la cui visione era straordinaria e che, prima di ogni altra cosa, era in grado di mettersi nei panni del lettore. Guardate questa copertina (quella in b/n) che Gino D’Antonio aveva inizialmente proposto al suo editore per la Collana Rodeo e che, come tutti sanno, ospitava la gloriosa “Storia del West”. Ebbene, si tratta della prima elaborazione del n° 56 della collana, realizzata da D’Antonio per il racconto "Veleno giallo" e che Sergio Bonelli gli chiese di rifare più semplice, perchè troppo piena di personaggi per il formato bonelliano. D’Antonio la rifece di sana pianta, lasciando solo Belinda Hall e Ben McDonald nella loro cavalcata: bambino, vecchio e donna di colore furono tolti del tutto. 

È difficile dare un giudizio di merito sui due lavori, sono entrambi straordinari, ma ci sentiamo di dire che con “Veleno giallo” Sergio ci prese: è infatti condivisibile il suo pensiero riguardo all’affollamento e al disequilibrio presenti nella cover di prima bozza. Sergio è stato il vero copertinista delle sue collane: da Tex a Il Piccolo Ranger, da Zagor a Mister No. In particolare su Tex, con l’intuizione di una cover più asciutta e iconica (vedi la serie gigante dal n° 44 in avanti), dove il personaggio viene scollegato dall’azione dinamica rispetto alle precedenti e presentato in pose che ancor oggi rimangono scolpite nell’anima e negli occhi dei lettori. Probabilmente con la Storia del West le cose andarono diversamente da Tex ed facile immaginare che casi come quelli di “Veleno giallo” saranno stati sporadici: D’Antonio era un autore “autonomo”, con le idee chiare e questo Sergio lo sapeva bene.

Ringraziamo l’amico Saverio per aver condiviso questa cover originale donatagli da Gino D’Antonio tanti anni fa.