Sei in: Home page > Articoli > Casa dolce casa

Articoli

Francesco Bosco [28/09/2017]

Casa dolce casa

Dopo aver forse un po’ troppo incautamente mollato la presa del nostro sito a favore di un lungo viaggio intrapreso in quel pazzesco luogo di rete che si chiama FB, eccomi qui pronto a dedicare un po’ di tempo al Baci e Spari. È un ritorno a casa. Mi vengono in mente i lunghi spostamenti di Zagor e persino quelli di Tex, tra Vichinghi e Canachi, Groenlandia e Panama… che non è esattamente la stessa cosa che un viaggio nelle terre di Facebook. E mi viene in mente anche il lunghissimo viaggio, durato quasi cinque anni, affrontato assieme al pard Mauro, per la realizzazione di un paio di volumi di cui poco si è parlato nei siti specializzati, se non attraverso la tastiera di qualche amico di forum. I nostri cari Western all’Italiana (il “paio” in questione) passati sottobanco! E dire che di materiale di discussione ne presentavano a valanghe  (e non solo quello riguardante la copiatura dei disegni). Qualcosa vorrà dire.

Nel frattempo i viaggi sono finiti, almeno per ora.

Breve nota: Facebook è qualcosa di estremamente sfiancante - con un po’ di sorriso mi viene da dire “un’esperienza difficile per un uomo di media intelligenza” - ma dal mazzo sono spuntate fuori delle carte affidabili, utenti con cui collaboreremo a breve… Corrado, Antonio, Maurizio e altri. I viaggi, anche se tra fiamme dell’inferno dei social, non sono mai vani, però non mi aspettavo una così bassa conoscenza dei fumetti in generale e di Tex in particolare: la gran parte degli utenti ha letto un paio di Tex e si scaglia nel dibattito senza nessuna pietà. Niente di male che non si sappia che esistono gli albi non censurati, la raccolta gigante degli 1-29, gli Albi d’Oro, per carità, ma quando arriva il racconto di un Tex mai esistito allora la sorpresa è grande. Esistono forse più Tex, per cui è inutile continuare a discutere? Esiste ancora la tavola originale incensurata di Tex (quella con “scagnozzi”)? Chi lo sa, però prendere intanto le distanze sembra il modo più semplice per continuare a vivere felici.